Mundialito 2018 – Perchè dire SI’!

Perchè dire sì!

Ebbene Sì, lo avete letto in copertina… Proveremo ancora una volta, sperando di riuscirci nel migliore dei modi!

Ma siamo a questo “Si” dopo 7 mesi di intense riflessioni e, come da immagine di copertina, dopo tante,tantissime dimostrazioni di sostegno. Sono stati mesi di incontri e ragionamenti, di omertà e rimpalli perché davvero questa decisione è maturata con difficoltà, consapevolezza e soprattuto grazie ad un insieme di fattori che dobbiamo necessariamente condividere con tutti voi.

In primis le vostre numerosissime firme! le vostre domande, i vostri messaggi di incoraggiamento e di ringraziamento.  Mundialito ha vissuto e vive di questo. E’ la linfa vitale che ogni anno da primavera fino a fine luglio, rinverdisce le fronde del nostro albero, l’albero di Mundialito. Un immenso grazie per questo vostro contributo fondamentale.

Poi, e qualcuno potrebbe pure sorridere, sono accaduti due fatti secondo noi non trascurabili.

Il primo. Lo avete visto, probabilmente vissuto ed ora lo avete pure rimosso. L’Italia NON sarà ai Mondiali di Russia 2018 … tanto, chissenefrega … calcio malato, prendono troppi soldi, non meritano niente, etc … etc … classiche ed inutili chiacchiere da Bar, giustificazioni insufficienti. Manchiamo al mondiale! L’Italia che fu di Rivera, Riva, Meazza, Zoff, Mazzola, Baggio,Totti, Del Piero manca all’evento sportivo più importante del pianeta! Al termine della partita con la Svezia (speriamo qualcuno ricordi), un giocatore in lacrime ha detto una cosa di grande importanza “ … questa qualificazione era si importante per noi, ma era importante soprattuto per il sociale … ”. Già, il sociale, la società, ovvero noi … noi che il calcio e lo sport lo viviamo. Noi che con il calcio di certo non ci viviamo!?!? Non è il nostro lavoro, è la nostra passione. Noi che facciamo di Sport e aggregazione, di condivisione e fatica, dentro e fuori dai campi, uno stile di vita … E non è solo il calcio, in tutti i principali sport nazionali arranchiamo: Volley, Basket, atlelica, etc …

Il secondo. Cronaca di questi ultimi giorni, il #lanerossi Vicenza che purtroppo si spegne dopo vicissitudini che con il calcio, quello vero, poco hanno a che fare. Ricordiamo con entusiasmo il Vicenza della semifinale di Coppa delle Coppe. I nostri genitori e le foto nei bar di tutta la provincia , ci ricordano il Vicenza che fu di “Pablito” Rossi.

« Ebbi l’onore che Gianni Brera venne in spogliatoio a congratularsi e disse: “Veramente, non avrei mai creduto che una squadra di provincia giocasse al calcio come ha giocato il Vicenza”. »

(Giovan Battista Fabbri, allenatore del L.R. Vicenza tra il 1976 e il 1979.[1])

Dobbiamo tornare a giocare, giocare con la palla. Nel calcio come in qualsiasi altro sport, dalla base, dai fondamentali. Partire dal campetto dell’oratorio per arrivare un giorno al Bernabeu. Calcio è unione, dedizione, regole, abnegazione, impegno, divertimento! Si gioca a calcio, si fa sport ed è scuola di vita. Non servirà a nulla il miglior allenatore, il bel campo da calcio , l’impianto all’avanguardia, se non abbiamo VOGLIA DI VINCERE! Se non sentiamo sulle spalle che possiamo NOI fare la differenza!

Con tutti abbiamo voluto condividere questo sentimento di grande responsabilità che sentiamo di dover raccogliere come una sfida, come quella che ogni anno affrontiamo nell’organizzare questo evento. Quest’anno con un significato nuovo e ancora più importante.

Non saremo ai mondiali in Russia, non avremo probabilmente il nostro #lane tra i pro … ma ci sarà il Mundialito a Montegalda, come sappiamo ci saranno un sacco di tornei di calcio e sport in tutte le piazze e città d’Italia quest’ estate. E guarderemo comunque Russia 2018, da spettatori, ma prima di tutto da sportivi. Tiferemo tutti, augurandoci che vinca il migliore in Russia, come al 21° Mundialito Amici di Davide!

A Leonida ne bastarono 300 per tenere testa ai Persiani! Noi ad oggi, di Firme ne abbiamo 500!

A luglio, ancora, per la 21° volta, Mundialito Amici di Davide

#staytuned

Lo Staff di “Associazione Amici di Davide”